Regionali Campania, Stefano Caldoro non si sbilancia sulla sua ricandidatura

Stefano Caldoro, davanti ai cronisti di “Voce di Napoli”, non si sbilancia sulla sua ricandidatura. Ma ricorda, anche senza averlo chiesto, di essere stato indicato come candidato del centrodestra alla guida della Regione Campania.

L’attuale capo dell’opposizione in Consiglio regionale è prudente: “Ci sono delle dinamiche che riguardano i partiti nazionali, lo scacchiere elettorale non riguarda soltanto la Campania, occorre pertanto capire cosa succederà anche nelle altre regioni. Attendiamo, quindi, che questo nodo venga sciolto”. 

A chi invoca un rinnovamento politico, Caldoro ha ribadito di essere un sostenitore di questa tesi, purché avvenga in un confronto aperto: “Bisogna trovare una sintesi: scegliere se il candidato deve avere esperienza, oppure no”. 

Poi Caldoro è intervenuto su alcune questioni affrontate da De Luca, bocciando le scelte dell’attuale governatore. In particolare, il capo dell’opposizione ha definito il concorsone della Regione Campania una “mega truffa” perché il merito è del governo: “La Regione ha deciso di gestire, attraverso il Formez, un concorso che normalmente compete ai comuni. Non è quindi un Piano lavoro, ma una misura burocratica, che può anche essere complicata perché, se i concorsi li gestiscono i comuni li fanno meglio e prima, se fai le grandi procedure, come nel caso della Campania, i concorsi si bloccano”.

Sul fronte sanitario, Caldoro ha precisato che la sua amministrazione, al pari di quella attuale, ha colmato il disavanzo e chiuso con il pareggio di bilancio. “A me però – ha sottolineato l’ex governatore – è toccato il compito di sanare il debito, attraverso misure fiscali e tagli”.

Un altro fallimento di De Luca, secondo Stefano Caldoro, riguarda il settore dei rifiuti: “è paradossale quello che è accaduto in Campania: De Luca e De Magistris si sono accusati a vicenda di responsabilità sull’emergenza rifiuti. Ma la cosa più assurda è che De Luca aveva promesso di realizzare circa 20 impianti per il trattamento della spazzatura e non se ne vede neppure l’ombra”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...